1991 settembre 8 Nordest a rischio

1991 settembre 8 – Nordest a rischio Il copione resta sempre lo stesso, come il relativo linguaggio. Finanziarie di copertura, società di comodo, gare d’appalto, subappalti, progetti, piani regolatori, delibere di enti pubblici, pratiche di funzionari, appoggio di amministratori o politici, garanzie bancarie, flussi di denaro facile. Il vero mafioso è geniale. Conosce bene i […]

1991 settembre 6 Cossiga: “Perché sono pessimista”

Testata: GAZZETTINO Edizione: PG Pagina: 1 Data: 06/09/1991 Autore: Giorgio Lago Tipo: INTERVISTE Argomento: GAZZETTINO IL – QUOTIDIANO Persone: COSSIGA FRANCESCO – POLITICO, LAGO GIORGIO – GIORNALISTA Didascalia: Descrizione: Titolo: COSSIGA. “PERCHE’ SONO PESSIMISTA”. Lotta alla mafia. Il Capo dello Stato risponde con un impegno alla lettera aperta indirizzatagli dal nostro giornale di Giorgio Lago […]

1991 settembre 29 Tutti assolti. Mafia e informazione

Testata: GAZZETTINO Edizione: PG Pagina: 1 Data: 29/09/1991 Autore: Giorgio Lago Tipo: Argomento: MAFIA – ORGANIZZAZIONE CRIMINALE Persone: Didascalia: Descrizione: Titolo: TUTTI ASSOLTI. Mafia e informazione di Giorgio Lago Le sentenze sono prerogativa dei magistrati; né la televisione né i giornali hanno titolo per celebrare processi. Sarebbero regole ovvie in qualsiasi democrazia, dove sono altresì […]

1991 settembre 15 Quando la storia corre

Testata: GAZZETTINO Edizione: PG Pagina: 1 Data: 15/09/1991 Autore: Giorgio Lago Tipo: Argomento: DIRIGENTI Persone: Didascalia: Descrizione: Titolo: QUANDO LA STORIA CORRE – Il bisogno di nuove classi dirigenti di Giorgio Lago Altro che maestra di vita; la Storia non insegna nulla. O, meglio, insegna qualcosa soltanto nei periodi in cui sembra riposarsi per premiare […]

1991 ottobre 4 Nuova regione in nuovo stato

Testata: GAZZETTINO Edizione: PG Pagina: 1 Data: 04/10/1991 Autore: Giorgio Lago Tipo: INSERTI Argomento: REGIONI Persone: Didascalia: Descrizione: Titolo: NUOVA REGIONE IN NUOVO STATO. A Venezia oggi e domani (presente Cossiga, a sottolineare l’importanza dell’avvenimento) il vertice di tutte le regioni di Giorgio Lago Siamo tutti d’accordo su due analisi. La prima: la reputazione della […]

1991 ottobre 6 Trieste, no ai serbi

Testata: GAZZETTINO Edizione: PG Pagina: 1 Data: 06/10/1991 Autore: Giorgio Lago Tipo: Argomento: TRIESTE, JUGOSLAVIA Persone: Didascalia: Descrizione: Titolo: TRIESTE, NO AI SERBI. La città giuliana insorge contro l’ipotesi del passaggio delle truppe federali jugoslave in Slovenia sul proprio territorio di Giorgio Lago Noi crediamo che, nella crisi jugoslava, Italia e Germania abbiano responsabilità di […]

1991 ottobre 27 Cambiare chi non cambia. Pds, Dc, Cattolici, Leghe

Testata: GAZZETTINO Edizione: PG Pagina: 1 Data: 27/10/1991 Autore: Giorgio Lago Tipo: Argomento: POLITICA, PARTITI Persone: Didascalia: Descrizione: Titolo: CAMBIARE CHI NON CAMBIA. Pds, Dc, Cattolici, Leghe di Giorgio Lago La situazione era questa. In Italia bisognava rassegnarsi alla «democrazia bloccata», senza alternativa politica né tantomeno ricambio di classe dirigente, per la presenza del più […]

1991 ottobre 19 Venezia in pericolo… ma ci crediamo ancora?

Amore e tecnologia Testata: GAZZETTINO Edizione: PG Pagina: 10 Data: 19/10/1991 Autore: Giorgio Lago Tipo: PAGINE SPECIALI, DATI STATISTICI, INTERVISTE Argomento: VENEZIA ALTA MAREA, VENEZIA SALVAGUARDIA, VENEZIA LAGUNA Persone: ZANDA LUIGI Didascalia: Descrizione: Titolo: VENEZIA È IN PERICOLO… MA CI CREDIAMO ANCORA? di Giorgio Lago Il 27 settembre scorso a Venezia il presidente del gruppo […]

1991 ottobre 20 Sciopero si farà

Testata: GAZZETTINO Edizione: PG Pagina: 1 Data: 20/10/1991 Autore: Giorgio Lago Tipo: Argomento: BILANCIO DELLO STATO, SCIOPERI – ITALIA, ECONOMIA, TRIBUTI Persone: Didascalia: Descrizione: Titolo: SCIOPERO SI FARÀ di Giorgio Lago Un atteggiamento abbastanza diffuso porta a queste conclusioni. Lo sciopero generale contro la legge finanziaria? Non serve a nulla. I referendum? Non risolvono i […]

1991 ottobre 16 Finalmente

1991 ottobre 16 – Finalmente Era ora. Le Regioni smettono di piangere e imboccano finalmente la strada della protesta. Disertando l’incontro sulla riforma dello Stato, le Regioni mettono in atto uno sciopero istituzionale. In un Paese dove la cultura romano-ministeriale non intende cedere nemmeno un palmo di potere né alle Regioni né alla Cee, anche […]